Pendolo Ptah e trattamenti a distanza

Pendolo Ptah e trattamenti a distanza

Cari amici in questo articolo vi vorrei spiegare e mostrare praticamente come utilizzare il pendolo Ptah per operare a distanza.

Se volete sapere cosa è il pendolo Ptah, la sua storia e chi l’ha ideato vi consiglio di vedere il primo video che ho girato su questo argomento in cui ne parlo in maniera approfondita.

Oppure puoi andare su questo articolo: Pendolo Ptah: come usarlo

Oggi approfondiremo il discorso di come utilizzarlo con un testimone, ossia quando non è possibile operare sulla persona direttamente.

Il testimone in radiestesia

Prima di tutto introduciamo il concetto di “testimone”. Si tratta di un oggetto legato energeticamente con una persona. Può essere una ciocca di capelli, un oggetto rimasto a contatto a lungo con quella persona, una sua foto oppure la sua firma su un foglio di carta. Si tratta comunque di un oggetto che porta l’impronta energetica di quella quella persona.

Un aspetto molto importante da ricordare è che bisogna sempre chiedere il permesso a quella persona prima di iniziare un trattamento energetico che la riguarda. Questo è fondamentale perché non ci possiamo prendere il diritto di entrare nella vita degli altri. Anche se lo facciamo a fin di bene. Perché magari siamo noi che pensiamo che quella persona deve essere aiutata, e spesso ne dare aiuto ci mettiamo il nostro ego e il nostro bisogno di aiutare gli altri. In realtà quella persona non vuole il nostro aiuto, oppure il problema che sta attraversando gli serve per comprendere qualche aspetto della sua personalità e per crescere dal punto di vista evolutivo.

Quindi ripeto, sempre chiedere il permesso.

Come usare il Pendolo Ptah a distanza

Una volta che abbiamo il testimone di quella persona possiamo utilizzare il pendolo Ptah.

Ricordo che questo pendolo ha la capacità di individuare le energie negative, eliminarle e sostituirle con energie positive. Il pendolo ha due bobine, una più lunga e una più corta. Per eliminare le energie negative devo impugnarlo dalla bobina più corta, per immettere energie positive devo impugnare la bobina più lunga.

Prima di tutto posiziono il pendolo sopra il testimone. Se il pendolo individua energie negative, inizierà a girare in senso antiorario. È importante che non siamo noi ad influenzarlo, dobbiamo fare il vuoto mentale e levare ogni giudizio. Dobbiamo essere aperti a tutti i segnali che arrivano. Il pendolo girerà finché tutte le negatività sono state eliminate.

Quando si ferma, impugniamo il pendolo dalla spirale più lunga e, facendolo girare in senso orario, immetteremo energie positive. Il pendolo si muoverà finché ci sarà bisogno di immettere energia in quella persona. Quando si ferma vuol dire che il lavoro è terminato.

Devo ammettere che il pendolo Ptah è uno strumento molto potente e che non dovrebbe mancare nella cassetta degli attrezzi di ogni operatore olistico.

Puoi trovare il Pendolo Ptah presso l’Accademia Villa Matrix nella nostra sede a Roma e Lido dei Pini (Marina di Ardea) oppure lo possiamo spedire in tutta Italia.

Riceverai anche un pratico manuale in cui sono spiegate dettagliatamente le modalità di utilizzo.

Per info:

www.villamatrix.it

Dott.ssa Giusy Tropea: 389.4750037

Dott. Guido Cocozza: 370.3345751

Inserisci un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.